Sony World Photography Awards 2018, gli italiani finalisti del concorso

di Fabiana Commenta

Tutto pronto per le fasi finali del Sony World Photography Awards 2018, il concorso di fotografia i cui scatti migliori saranno esposti nella mostra del Sony World Photography Awards 2018 che sarà allestita dal 20 aprile al 6 maggio a Londra. I vincitori del concorso Open verranno annunciati il 20 marzo, i vincitori assoluti e quelli della categoria Professionisti verranno resi noti il 19 aprile.

sony

E fra le dieci categorie di partecipazione al concorso spunta il lavoro di ben cinquantadue fotografi italiani candidati in diverse sezioni, in particolare professionisti, open e giovani. 

L’Italia si piazza al secondo posto come numero di fotografi candidati fra gli ottantuno paesi finalisti e nel corso dell’undicesima edizione del concorso sono state presentate oltre 320 mila immagini, frutto del lavoro di fotografi di oltre duecento paesi.

I giudici del Sony World Photography Awards 2018 hanno scelto nove italiani fra i professionisti ciascuno dei quali ha presentato lavori composti da 5-10 immagini ricchi di forza espressiva.

Fra i fotografi professionisti candidati, lo scatto di Matteo Armellini nella categoria Sport con la serie All Blinds che racconta una squadra di baseball per ciechi che è riuscita ad accedere alla finale del campionato italiano.

Per la categoria architettura figurano Matteo Canestraro, con la serie dedicata alla Basilica di Siponto, a Manfredonia in Puglia e Gianmaria Gava con il progetto Buildings che racconta le forme archetipiche dell’architettura.

La serie Check Point 300, (in)human borders di Eduardo Castaldo nella categoria Fotografia Creativa racconta le condizioni che i lavoratori palestinesi devono affrontata per attraversare il confine per andare a lavorare a Gerusalemme

Antonio Gibotta nella categoria Discovery presenta la serie Els Enfarinat che racconta la Battaglia degli infarinati che si svolge ad Alicante.

Claudia Gori nella categoria Storia contemporanea presenta The Sentinels: electrosensitive people in Italy, che racconta le persone che soffrono di elettrosensibilità, e Stefano Morelli con il progetto Suspension racconta della popolazione armena a Yerevan.

Luca Locatelli nella categoria Paesaggio racconta in White gold le cave di marmo delle Alpi Apuane, Roselena Ramistella, nella categoria Natura e animali selvatici con il progetto Deep Land è un viaggio a dorso di mulo attraverso le antiche mulattiere sui monti Nebrodi sull’Appennino siculo.

Nel concorso Open figurano sette italiani che saranno valutati per i migliori scatti singoli presenti in dieci categorie e per il concorso Giovani, sono dieci i finalisti italiani per raccontate “Il tuo ambiente”. Sono altri trentacinque i fotografi italiani che hanno ricevuto una menzione da parte dei fotografi.

 

photo credits | instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>