Calendari 2010: marchi, qualità e erotismo

di Luciana Commenta

Ieri vi abbiamo dato una breve introduzione con il nostro articolo riguardo la pubblicità che le aziende fanno con i calendari, e ora ne analizziamo 3 delle più importanti aziende italiane conosciute a livello mondiale, la Pirelli, la Lavazza e la Campari. Sopra vedete una foto inclusa nel calendario Pirelli 2010, dove il fotografo Terry Richardson immortala le sue modelle in ogni loro movimento, nella più totale naturalezza e semplicità.

La qualità delle foto di Richardson sta nella purezza e nella verità ottica di un’immagine, cioè lui sa cogliere l’istante e riesce a trasmettere l’emozione di quel momento, in uno scatto che in apparenza sembra distratto. Il suo modo istintivo di lavorare è vincente e evidente in ogni lavoro che fa.

L’azienda Lavazza invece, per il 2010 ha pensato di dedicare scatti alle canzoni italiane più famose all’estero, da “O sole mio”, “Volare”, “Con te partirò”, “Va pensiero”, a “Nessun Dorma”, “Guarda che luna”, “Baciami piccina”. Il set fotografico è stato affidato alla mano di Miles Aldridge e le foto appaiono ritoccate, eleborate, decorative e intense di colori. Questo calendario ha un effetto più fantastico e immaginario, in uno spazio armonico e raffinato, con una prezenza evidente di un lavoro grafico.

Il marchio Campari invece ha chiamato l’attrice Bond Girl, Olga Kurylenko, che si è mostrata dominante e padrona dell’obiettivo, con il potere di avere sempre il rosso in mano, l’ambito bicchiere del famoso alcolico. Le foto mostrano una scenografia da set cinematografico con tinte noir.

Di seguito vi mostriamo alcune foto dei calendari Pirelli, Lavazza e Campari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>