Calendario erotico mamme: un sacrificio per i figli

di Francesca Spanò Commenta

 

E’ una storia struggente simbolo di una situazione economica che cola a picco o si tratta di pubblicità e voglia di apparire? Probabilmente entrambe le cose, ma non siamo noi a doverlo giudicare. Ci limitiamo a raccontare che non solo da noi le cose vanno male, in Spagna i soldi sono sempre di meno, tanto che un gruppo di mamme ha deciso di puntare sul nudo per salvare i propri figli. Nel senso che le signore hanno realizzato un calendario sexy, per tentare di strappare alla crisi nel paese iberico  ottanta bambini del Colegio Evaristo Calatayud di Monistrol de Montserrat, cittadina con tremila abitanti che si trova a circa 40 km da Barcellona. il loro problema è che non possono viaggiare sul bus scolastico. A loro questa alternativa è stata negata, perché secondo la legge catalana, solo gli studenti che abitano a più di tre chilometri dall’istituto possano usufruire di questo servizio. Certamente colpa del budget, che essendo ristretto deve in qualche modo rientrare. Servono soldi ed è necessario far conoscere la situazione: si sono rese conto subito le mamme dei piccoli che le armi della propaganda e della bellezza sono quelle che funzionano subito e non hanno esitato a lottare in modo alternativo per i loro figli. Il calendario è veramente sexy, diciamo al limite dell’erotico e questo non avrà reso felici i mariti, anche se si tratta di una buona causa. La scelta è stata forse un pò eccessiva, ma magari l’unica per cambiare la situazione. I proventi del lunario serviranno quindi a finanziare il noleggio di un bus che dovrebbe portare i bambini ogni giorno a scuola. Ce la faranno queste mamme impavide e senza vergogna a far valere la loro causa? Si saranno spogliate inutilmente? Lo sapremo magari all’inizio del nuovo anno, ma la loro battaglia comunque continua.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>