Sony A7R V cosa sappiamo di questa camera?

La Sony A7R V dovrebbe essere lanciata molto presto e se scatti molti paesaggi, matrimoni o ritratti, potrebbe essere uno dei lanci più emozionanti dell’anno. La versione precedente aveva una impressionante fotocamera full frame da 61 MP è stata per molti versi un precursore della Sony A1, poiché è riuscita a combinare la sua alta risoluzione con scatti a raffica di 10 fps relativamente rapidi. Quindi, dove potrebbe portare Sony la sua serie full frame “Resolution”? Le voci puntano verso un rilascio di Sony A7R V a fine ottobre, ma i suoi aggiornamenti sono meno facili da prevedere. Mentre le telecamere video-led hanno un chiaro percorso di aggiornamento verso l’acquisizione con risoluzione 8K, una migliore profondità del colore e frame rate massimi più elevati, la direzione migliore per la Sony A7R V non è così ovvia. Ora sembra sempre più probabile che la Sony A7R V atterrerà a metà ottobre, secondo le ultime indiscrezioni.

1. Processore Bionz XR (o superiore)

La Sony A7R V utilizzerà ovviamente un processore migliore rispetto all’A7R IV del 2019. Quella fotocamera utilizza la Bionz X e il chiaro candidato per la nuova fotocamera è la Bionz XR, vista nella Sony A1 e nella Sony A7 IV. Si dice che questo processore sia otto volte più potente del suo predecessore. Considerando che è probabile che l’A7R V arrivi due anni dopo la prima fotocamera Bionz XR, potresti sperare in qualcosa di ancora più nuovo. Tuttavia, i processori Sony in genere durano per una generazione di fotocamere e l’A7R V fa parte della generazione Bionz XR.

2. Lettura più veloce per l’otturatore silenzioso

La Sony A7R IV ha una lettura del sensore relativamente lenta, che porta a bande dell’immagine negli scatti con illuminazione artificiale a LED quando si utilizza l’otturatore elettronico della fotocamera. Mentre puoi aggirare questo problema usando l’otturatore meccanico e/o giocando con la velocità dell’otturatore, una lettura più veloce renderebbe questo molto meno problematico. L’elevata risoluzione del sensore è ciò che rende questa caratteristica così importante dell’A7R IV. L’A7R V avrà bisogno di un design del sensore modificato per migliorare la lettura del sensore e non abbiamo visto troppi dettagli trapelati di sensori da 61 MP adatti negli ultimi due anni. Tuttavia, la fotocamera deve ottenere un processore molto più veloce e una memoria molto più veloce, quindi anche un sensore “più veloce” avrebbe molto senso.

3. Migliore messa a fuoco automatica

È molto probabile che la Sony A7R V disponga di un sistema AF molto migliorato ed è una delle aree chiave in cui l’A7R IV è in ritardo nel 2022. In realtà non ha bisogno di nuovo hardware per raggiungere questo obiettivo. Pensiamo che la Sony A7R V adotterà lo stesso sistema di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase 759 della Sony A7 IV e della Sony A1. Un numero maggiore di punti PDAF e una migliore copertura del sensore sono utili, ma il vero aggiornamento qui riguarderà un migliore tracciamento dei soggetti, in particolare quando si avvicinano e si allontanano dalla fotocamera, e un tracciamento del soggetto più intelligente.

4. Buffer migliore

È probabile che la Sony A7R V abbia una dimensione del buffer molto migliore rispetto alla A7R IV, che può scattare 68 fotogrammi grezzi prima di dover svuotare il buffer. Avrà anche molti degli ingredienti chiave richiesti: un processore più potente e supporto per schede di memoria CFexpress più veloci, che in genere possono scrivere fino a 700 MB/s invece dei 300 MB/s delle migliori schede SD UHS-II. Anche la Sony ha forma qui. La Sony A7 IV ha un buffer effettivamente illimitato, l’unico vincolo specificamente elencato è 828 fotogrammi quando si riprendono file raw non compressi più JPEG. Ciò significa tenere premuto il pulsante di scatto per quasi un minuto e mezzo mentre si scatta alla massima velocità.

5. Una modalità Pixel Shift più facile da usare 6. Controllo flash RF integrato

Sony, da smartphone a fotocamera con un accessorio?

Accessorio sony

La Sony probabilmente sbaraglierà tutti i suoi concorrenti. Se l’accessorio che sta costruendo avrà un prezzo accessibile, gli interlocutori del mercato delle fotocamere digitali piangeranno lacrime amare. Immaginate di trasformare il vostro smartphone, Android o iPhone, in una fotocamera perfettamente funzionante? Vi piace l’idea?

I binocoli digitali Sony in arrivo a giugno

binocoli Sony

 

Due nuovi binocoli della Sony da tenere d’occhio. Parliamo dei DEV-50V con registrazione digitale. Quale novità portano sul mercato? Sono più piccoli e leggeri certamente e resistono molto meglio agli agenti atmosferici e alla polvere. Lo zoom può essere regolato in modo progressivo con mirino OLED ad alto contrasto, messa a fuoco automatica, risoluzione 20.4 megapixel, pulsante per registrazione video Full HD e anche in 3D. Al momento non è possibile vederli o acquistarli, ma arriveranno sul mercato a partire da giugno. In vista delle vacanze e della scelta magari di percorsi a tema particolare, per le vostre osservazioni della natura questi strumenti potrebbero essere piuttosto importanti. Se di solito non vi spostate senza  telescopio portatile, binocoli e fotocamera digitale con un set completo di obiettivi, adesso potrete risparmiare peso e attrezzatura, perché i  binocoli DEV-50V, permettono di non perdere alcun dettaglio. Ancora, si possono catturare immagini ed effettuare riprese al massimo della qualità. Vantano poi un mirino elettronico OLED Tru-Finder XGA con una tecnologia di stabilizzazione che promette di garantire la  stabilizzazione delle immagini mantenendo i soggetti stabili e senza sfocature. Di solito con i classici binocoli si deve regolare a mano la messa a fuoco, ma non in questo caso, visto che è  automatica, veloce e precisa. La svolta è rappresentata dal fatto che la nitidezza dei soggetti non cambia nemmeno quando questi sono in movimento. Da tenere in grande considerazione la funzione Hyper gain, che aumenta la luminosità del mirino elettronico V in situazioni di luce scarsa. In grado di incrementare elettronicamente la luminosità nel mirino, promette risultati eccellenti anche se la luminosità è scarsa.Un pulsante permette di scattare foto con una risoluzione di 20,4 megapixel o girare video full HD. Il costo del nuovo binocolo negli Usa è  sui 2000$, nessuna informazione in merito all’Italia che scopriremo presto.

 

 

 

Sony presenta le nuove fotocamere HX300, RX1 e NEX-3N

HX300RX1 e NEX-3N, tre nuove fotocamere che Sony ha presentato per il mercato italiano. Le digitali hanno caratteristiche molto differenti, ma il risultato è comunque eccellente. Abbiamo quindi una bridge, una compatta full frame e una microquattroterzi mirrorless. Passiamo però alle caratteristiche tecniche e cominciamo dalla HX300. Al suo interno un ottimo zoom ottico da 50x integrato. Questo significa che tra i dispositivi di pari livello è tra le più sofisticate mai create. C’è poi la RX1, che si avvicina molto alle classiche reflex dal corpo macchina in stile vintage. Insomma a metà strada tra questa e una compatta con peculiarità che stupiscono. Il sensore piacerà molto soprattutto a chi ha un pizzico di esperienza in più. Entrambe sono da poco arrivate, anzi la Sony HX300 ha fatto da poco il suo ingresso nei negozi specializzati, ma ha già catturato l’attenzione. Quest’ultima può apparire quasi come un piccolo telescopio tascabile. E’ possibile inquadrarne, infatti, anche la luna osservandone i crateri. Il sensore, quindi, è da 20.4 megapixel di tipo CMOS Exmor R e l’obiettivo Carl Zeiss Vario-Sonnar T. C’è uno stabilizzatore ottico SteadyShot, processore BIONZ, schermo LCD Xtra Fine da 3 pollici (7.5 centimetri) e la videoregistrazione in formato Full HD 1080p a 50 fotogrammi al secondo. Il prezzo orientativo di vendita è di 500 euro. Per quel che concerne, invece, Sony RX1 è destinata a creare una piccola rivoluzione. Si tratta, infatti, della prima digicamera compatta con sensore full frame 35mm da 24.3MP Exmor CMOS. I risultati sono assolutamente professionali. Ancora, cattura immagini a 14-bit RAW e vanta  lenti f/2.0 Carl Zeiss Sonnar T con 9 possibili regolazione di apertura, modalità di controllo P/A/S/M, videorecording Full HD 24p/60i/60p e flash integrato. Il costo non è certo per tutti:  3099 euro. La Sony NEX-3N ha dimensioni limitate ma qualità incredibile. Non manca un sensore APS-C da 16,1 megapixel di qualità DSLR, un  display LCD inclinabile a 180° e può registrare video in formato Full HD con obiettivo Power zoom SELP1650. Il prezzo è di 499 euro.

 

Sony e la Mirrorless Nex-3N

 

Sony è al lavoro ed ha deciso di puntare ad un settore specifico, che è quello delle Mirrorless. Per questo sta creando nuovi dispositivi che possano essere inseriti in questo settore. Intanto ha aggiunto alla serie NEX un nuovo modello “entry-level” che è la Nex-3N. Dimensioni compatte 110 x 62 x 35 mm per un peso complessivo di appena 210 grammi. Ancora, un  sensore CMOS EXMOR nel formato APS-C con una risoluzione di 16 megapixel. Il risultato è eccellente e le foto sono cariche di dettagli con il supporto del processore dell’immagine BIONZ, il quale ha tra i suoi pregi migliori quello di ridurre al minimo il rumore.C’è pure la sensibilità ISO espandibile fino a ISO 16000, la leva di controllo dello zoom nella parte alta della macchina, il flash a scomparsa per illuminare la scena ed il modulo video. Quest’ultimo garantisce la possibilità di registrare dei filmati in alta definizione (Full HD) con audio. Si fa sentire, invece, la mancanza del mirino elettronico, anche se la scena si può inquadrare con l’ampio display LCD da 3,0 pollici (risoluzione di 460.000 pixel) collocato sul dorso. Da non dimenticare, che si può pure orientare a 180°. La fotocamera è alimentata da una batteria agli ioni di litio che assicura un’autonomia dichiarata di almeno 480 scatti. Insomma un dispositivo da tenere d’occhio se avete intenzione di cambiare la vostra attrezzatura fotografica e poi Sony è sempre una garanzia di qualità, per cui potete andare sul sicuro. La nuova Mirroles Nex-3N della Sony sta per arrivare insomma ed entro marzo potrete provarla. Il prezzo non è confermato, ma probabilmente sarà intorno ai 500 euro iva inclusa per il kit comprendente anche l’obiettivo standard 18-50 mm. Insomma, un discreto regalino che potreste farvi se avete pensato di immortalare i vostri momenti importanti con una nuova fotocamera che possa essere intuitiva da usare e con risultati garantiti. 

 

Sony NEX-6, in vendita da novembre

 

Uno dei brand più famosi al mondo e non solo in tema di fotografia, annuncia che la Sony NEX-6 sarà in vendita in Italia a partire da novembre 2012. La digitale compatta ha come peculiarità quella di avere gli obiettivi intercambiabili, ma anche di presentare un  sensore CMOS Exmor APS HD da 16,1 Megapixel in grado di catturare immagini di qualità reflex e video in Full HD. Tra le caratteristiche, poi, connettività Wi-Fi integrata, display LCD basculante e mirino elettronico OLED e la capacità di rendere ogni scatto perfetto. Più adatta ai fotografi che a chi semplicemente ama quest’arte e vi si è accostato da poco, vanta la potenza di una reflex ma in formato tascabile. Ancora, come in tutte le macchine fotografiche di ultima generazione, può girare video in Full HD grazie all’ampio sensore CMOS Exmor APS HD da 16,1 megapixel effettivi di nuova concezione con elevata sensibilità fino a ISO 25600. Vanta all’interno pure un  sistema Fast Hybrid AF per una messa a fuoco rapida e precisa, anche in condizioni particolarmente difficili.Ha un mirino elettronico ad alta risoluzione XGA OLED e funzionalità intuitive come una vera reflex con le due ghiere e l’interfaccia Quick Navi. Tramite il  Wi-Fi è possibile facilmente condividere le immagini e con la PlayMemories CameraApps, si ottiene il primo servizio al mondo per il download di nuove applicazioni. Ancora, ecco il Flash integrato e nuovissima slitta Multi Interface Shoe. Il sensore di grandi dimensioni, permette di spaziare molto con la creatività e questo è un dettaglio da non sottovalutare sia per i fotografi che per gli amatori. Bello il sistema Fast Hybrid AF, che abbina la messa a fuoco automatica a rilevamento di fase e di contrasto, per non sfigurare in nessuna occasione. Insomma, una fotocamera da tenere d’occhio che noi potremo provare, finalmente, fra poco, solo fra qualche settimana.

 

 

Sony Alpha 99: caratteristiche tecniche

 

E’ arrivata la nuova Sony Alpha 99, nome in codice SLT-99. L’ha presentata recentemente Sony spiegando anche che è la legittima erede dell’Alpha 900. La sua particolarità è che è la prima macchina fotografica a specchio traslucido a presentare anche un sensore full frame 24 x 36 mm. Ha funzionalità altamente professionali, per questo non è proprio pensata per chi si è accostato adesso alla magnifica arte della fotografia. Il processore è molto potente e le permette di essere usata sia come fotocamera che come videocamera con risultati notevoli. La sceglieranno di sicuro quasi esclusivamente i professionisti, anche per un motivo non irrilevante. Solo il corpo macchina avrà un costo di  2.800 $ e occorrerà unire a questo prezzo anche le ottiche. L’Alpha 99 garantisce ugualmente un certo tipo di resa, degna di fotocamere più avanzate. Per l’occasione il brand giapponese ha fatto tanti cambiamenti. Per prima cosa, ha lasciato il mirino ottico e ne ha adottato uno elettronico, cioè un OLED con risoluzione XGA. Il display LCD sul retro ha una diagonale da 3 pollici con 1.229.000 punti. Per quanto riguarda, invece,  il corpo è in lega di magnesio che conferisce alla fotocamera leggerezza e resistenza. Non si rovina facilmente, infatti, nemmeno di fronte a polvere e schizzi di acqua. Insomma, dovrebbe durare molto nel tempo e la gamma ISO è compresa tra 50 e 25.600, mentre la modalità di scatto multiplo in sequenza arriva ad una velocità di 6 fps, aumentabile in modalità Tele-zoom fino a 10 fps. Ora ci sono in più due sensori AF, un primo da 19 punti e un secondo da 102 punti. Sony nel frattempo ha anche presentato due nuovi obiettivi che sono il 300 mm f/2,8 G SSM II e una focale fissa Zeiss da 50 mm Planar T* F/1,4 ZA SSM. Non si sa ancora quando il dispositivo sarà a disposizione per il mercato europeo, ma  per quello americano la vendita inizierà a partire dal prossimo novembre. Il prezzo, sarà di 2.800 $ per il corpo macchina.

 

Sony DSC-RX100, tascabile come uno smartphone

 

Cellulare o fotocamera? Oggi sembra che in entrambi i casi, si possano ottenere degli ottimi risultati, ovviamente con le dovute differenze e spendendo qualcosina in più. E’ dura lotta, insomma, tra di due prodotti della più sofisticata tecnologia e, visto che non sempre si può avere a portata di mano la classica punta e scatta, si preferisce lo smartphone. Questo prima che arrivasse la DSC_RX100 della Sony che, come annuncia la casa giapponese di produzione, sa fare la differenza. Sale in testa riguardo alle compatte anche per le sue misure e fa tremare il mondo della telefonia cellulare. A livello di sensore vanta 20,2 megapixel di risoluzione e lavora con l’ottica Carl Zeiss Vario-Sonnar T equivalente a un 30-108mm f/1.8-4.9. Intorno all’obiettivo, poi, c’è la classica ghiera per la messa a fuoco.La fotocamera registra video in  FullHD a 60 fps e può scattare raffiche da 10 fps alla massima risoluzione, anche in formato RAW. Ha un display posteriore da 3 pollici, da 1.229.000 punti. Per il momento trapelano solo dettagli tecnici e poche altre notizie, ma potrebbe essere un dispositivo di grande successo, in un periodo in cui il settore, nonostante la crisi economica, cerca comunque di superarsi sempre. Per quanto riguarda, poi, la sensibilità della modalità automatica spazia tra 125 e 6.400 ISO. Se si scelgono le impostazioni manuali è possibile spingersi fino a 25.600 ISO.Intanto per le vostre ferie, se avete bisogno di un prodotto maneggevole, non ingombrante e dalle ottime caratteristiche tecniche, potreste essere a posto visto che dovrebbe essere disponibile già dal mese di luglio, pure in Italia. Almeno, al momento sono queste le notizie che arrivano. Per quanto riguarda il prezzo, non ci sono certezze, ma dovrebbe non superare i  650 dollari, riguardo al mercato statunitense in particolare, dimostrando che in fondo, resta una compatta di lusso che non tutti si concederanno.

 

Sony: ecco la TX20 e la TX66

Sony ha recentemente presentato due nuove fotocamere digitali dalle caratteristiche interessanti. Parliamo della TX20 e della TX66. Le peculiarità che saltano subito all’occhio di questi due prodotti sono, innanzitutto, legate alle dimensioni, tanto che entrambe le macchine fotografiche possono essere comodamente portate nel taschino. Questo senza dimenticare le alte prestazioni tecniche che non deludono mai gli affezionati della Sony come brand dalla lunga esperienza e di respiro internazionale. Del resto questo 2012 sembra essere molto carico di nuovi arrivi in tema di fotocamere digitali e per questo mese, ecco le due novità pronte a conquistare chi vuole optare per una nuova attrezzatura nel settore prima dell’arrivo dell’estate 2012.

I modelli modelli Sony T, sono tutti caratterizzati dalla praticità e comodità e molta attenzione è stata puntata pure sul design moderno e funzionale. Per quanto riguarda la Sony TX 20 è ottima per utilizzarla in spiaggia.  Può infatti arrivare fino a 5 metri di profondità ed in vista della bella stagione è, quindi, perfetta. E’ pure resistente agli urti e alle cadute accidentali, per cui se sei molto distratto o hai dei bambini piccoli puoi stare abbastanza tranquillo in questo senso. Pensa che può scivolare da una altezza di 1,5 metri senza che accada nulla. Ancora, se stai pensando che non ne hai abbastanza del freddo e vorresti ancora prepararti ad una settimana bianca, ricorda che questa fotocamera digitale resiste fino a meno dieci gradi. Lo schermo è Lcd da  3 pollici con la caratteristica di essere Touch Screen e rispondere ai comandi con il solo tocco delle dita. Ricordate però che la funzione è disabilitata quando ci si immerge.

La Sony TX66 a livello estetico è molto simile alla TX20 ma è meno robusta, ha il sensore EXMOR CMOS da 18,2 megapixel e una qualità di immagine molto alta. In più, vanta un sistema di autofocus molto veloce e ha uno zoom 5x,  uno schermo OLED anche questo touchscreen con 3,3 pollici e come funzioni Handheld Twilight, Anti Motion Blur, foto 3D, Sweep Panorama, oltre a quella dei filtri creativi Picture Effects.

 

 

Le Sony Alpha accendono l’estate

 

Si chiamano Sony a35 & NEX C3 le due nuove fotocamere della serie Alpha che fanno il loro ingresso nel mercato in modo trionfale e proprio nel periodo estivo delle macchine fotografiche dalle buone caratteristiche sono indicatissime per sostituire la propria attrezzatura fotografica. Mai come adesso, infatti, è più facile avere necessità o semplicemente desiderio di immortalare dei momenti importanti e non si può rischiare di non possedere il meglio visto sugli scaffali dei negozi specializzati per questa bella stagione del 2011.