Alimenta l’amore, la mostra HumanDog  dal 31 maggio 

Al via dal 31 maggio 2019 la mostra HumanDog che sarà allestita fino al  30 giugno 2019.

La mostra viene inaugurata alle 16.30 di venerdì 31 maggio presso il Portico del Cortile della Rocchetta al Castello Sforzesco e potrà essere visitata gratuitamente tutti i dalle 7 alle 19 fino al 30 giugno 2019.

La mostra organizzata dalla fotografa Silvia Amodio si inserisce all’interno dell’iniziativa Alimenta l’amore, una raccolta permanente di cibo per animali bisognosi nei punti vendita Coop della regione Lombardia che ha già distribuito quasi un milione di pasti. 

Ossessione della foto perfetta, rischia di rovinare i ricordi

Smartphone alla mano, siamo ormai ossessionati dai selfie o della giusta inquadratura alla ricerca della foto perfetta: ma scattare foto in continuazione per immortalare le esperienze che vorremmo ricordare, rischia proprio di danneggiarle. Insomma l’effetto boomerang è dietro l’angolo: a forza di scattare foto per catturare i nostri migliori ricordi, rischiamo proprio per finire di danneggiarli e di perdere l’emozione di un’esperienza vissuta veramente.

Che le foto possano danneggiare anche le esperienze più entusiasmanti viene suggerito dallo studio Psychology & Marketing che ha valutato il grado di piacevolezza riscontrato fra chi scatta fotografie e chi si astiene dal fotografare.

The Cal 2019 di Albert Watson, i sogni delle donne in Dreaming

Laetitia Casta, Gigi Hadid, Julia Garner e Misty Copeland: sono loro le quattro donne protagoniste di Dreaming il Calendario Pirelli 2019 realizzato da  Albert Watson. 

Quaranta scatti a colori e in bianco e nero realizzati fra Miami e New York per la 46esima edizione dell’iconico calendario che quest’anno si ispira alla settima arte. 

Mettete in scena i vostri sogni” ha detto il fotografo alle sue modelle con l’idea di voler raccontare delle storie. 

Art Selfie di Google, come scoprire a qualche opera d’arte assomigliamo

Un semplice selfie per scoprire a quale opera d’arte assomigliamo: è la nuova funzionalità promessa da Art Selfie che fa parte della piattaforma Google Arts & Culture. 

Basta un click, un selfie, ed ecco che scatta il gioco che ci mostra l’opera d’arte alla quale assomigliamo. 

L’applicazione consente di poter associare in men che non si dica il selfie a uno dei quadri contenuti all’interno del proprio grande archivio e trovando teoricamente quelli che già si avvicinano al selfie proposto. 

Turisti, i luoghi artistici più difficili da fotografare

Lo scatto perfetto con lo smartphone? Difficilissimo da raggiungere come conferma un sondaggio condotto da Huwaei in merito al lancio del suo P20 Pro, il prodotto top della gamma con una fotocamera super. 

E se gli italiani sono appassionati di selfie, anche i turisti non scherzano tanto che la ricerca dello scatto perfetto, ma anche la sua condivisione, diventa una fonte di stress per ben il 45,7% dei turisti. 

Ossessione dei turisti, sottolinea il sondaggio, sembra essere lo scatto perfetto soprattutto in luoghi d’eccellenza e di fronte alle attrazioni turistiche più affascinanti. 

Sony World Photography Awards 2018, gli italiani finalisti del concorso

Tutto pronto per le fasi finali del Sony World Photography Awards 2018, il concorso di fotografia i cui scatti migliori saranno esposti nella mostra del Sony World Photography Awards 2018 che sarà allestita dal 20 aprile al 6 maggio a Londra. I vincitori del concorso Open verranno annunciati il 20 marzo, i vincitori assoluti e quelli della categoria Professionisti verranno resi noti il 19 aprile.

sony

E fra le dieci categorie di partecipazione al concorso spunta il lavoro di ben cinquantadue fotografi italiani candidati in diverse sezioni, in particolare professionisti, open e giovani. 

Peter Lindbergh, le foto di moda alla Reggia di Venaria

Naomi Campbell, Cindy Crawford, Linda Evangelista, Christy Turlington e Tatjana Patitz ritratte sulla spiaggia, senza trucco e con delle semplici camicie bianche: sono le super top degli anni Novanta immortalate nel 1988 sulla spiaggia di Santa Monica in uno dei più celebri scatti di Peter Lindbergh, uno dei più grandi fotografi di fashion a livello internazionale.

Peter Lindbergh1

 

Ed è dedicata proprio al fotografo tedesco, che ha realizzato per ben tre volte il Calendario Pirelli, prediligendo la bellezza degli scatti in bianco e nero, la mostra evento Peter Lindbergh. A different vision on fashion photography che si apre il 7 ottobre, alla Reggia di Venaria Reale, a Torino dove resterà allestita fino al 14 febbraio 2018. 

Musei italiani lancia la campagna #attimidigioia

Se non sapere resistere alla tentazione di scattare selfie a gogo non potrete non approfittare della nuova campagna lanciata per il mese di agosto dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Si chiama #attimidigioia, la campagna social di @museitaliani che offre la possibilità di poter catturare tutta la gamma degli attimi di gioia immortalati dalle opere d’arte nei musei italiani, dai quadri, dalle sculture ai dipinti custodite nei nostro musei.

attimi di gioia

Obiettivo della campagna, una sorta di caccia al tesoro digitale, è coinvolgere i visitatori dei musei italiani a mettersi a caccia dei tesori digitali nei musei italiani. 

I luoghi storici più fotografati al mondo, la classifica Sony

La Basilica di San Pietro, il Colosseo e la Fontana di Trevi sono i tre luoghi italiani più fotografati al mondo anche se a mantenere il primato è ancora l’inarrivabile Torre Eiffel che resta il luogo storico più fotografato del mondo.

luoghi storici-sony

Questo è quando emerge dai dati della ricerca globale di Sony Mobile emersi dallo studio #XperiaNewPerspectives che rivela anche che oltre della metà delle foto che ritraggono i 30 luoghi storici più fotografati sono scattate con le stesse tre identiche angolature.

Foto perfette in notturna, arriva la app di Google

Chiunque scatta foto su foto utilizzando lo smartphone che ha praticamente mandato in pensione le vecchie macchine fotografiche e le polaroid. Ma se siete soliti scattare foto con lo smartphone, allora sapete anche bene che il rischio di realizzare scatti che risultino sfocati e poi poco precisi soprattutto di notte è davvero dietro l’angolo.

google app foto

Ma per ovviare al problema ed evitare scatti sgranati e poco chiari che possano invece competere con quelli prodotti da un apparecchio professionale, potrebbe essere sufficiente una semplice app.