Magnum Photos, storia di un’agenzia di successo

di Monica Papagna 1

La Magnum Photos è senza dubbio una delle agenzie fotografiche più importanti del mondo. E’ stata fondata nel 1947 niente meno che da Robert Capa ed Henri Cartier-Bresson insieme a David Seymour, George Rodger, Maria Eisner e Rita Vandivert.

Lo scopo di questa agenzia era ed è quello di proteggere il diritto d’autore dei fotografi che ne fanno parte. Inoltre lascia liberi i fotografi di lavorare sui temi che sentono maggiormente, permettendo loro di fare reportage più approfonditi rispetto a quelli sotto commissione per una rivista.Il successo dell’agenzia fece si che i membri aumentarono piano piano fino ad arrivare ai giorni nostri dove si contano circa 80 fotografi. Scorrendo l’elenco dei nomi appare subito chiaro che la Magnum Photos ha parecchio a che fare con la storia della fotografia. Oltre ai già citati Robert Capa ed Henri Cartier-Bresson dall’agenzia sono passati anche: René Burri, Antoine D’Agata, Elliot Erwitt, Jim Goldberg, Alex Majoli, Steve McCurry, Martin Parr, Lise Sarfati, Ferdinando Scianna, Alex Webb.

Ma come si diventa membri dell’agenzia? Ogni anno c’è una riunione in cui si ritrovano tutti i soci e si valutano le candidature (portfolio) arrivate nelle sedi di Parigi e Londra. Se si viene scelti bisogna trascorrere due anni di affiancamento ad un fotografo membro, al termine dei quali si diventa membri effettivi. Una volta ottenuto lo status di membro effettivo si acquisce anche il diritto di voto alle riunioni annuali.

Se avrete l’occasione di parlare con un fotografo della Magnum non dimenticate di chiedergli di raccontarvi come è entrato, normalmente sono le storie più divertenti. Se incontrate Alex Majoli però tenetevi la domanda perché pare sia stato un plebiscito degno di un re della fotografia.

Se vi state avvicinando alla fotografia, volete migliorare la vostra tecnica oppure semplicemente amate i reportage importanti allora perdetevi nel sito dell’agenzia Magnum Photos e non ve ne pentirete. Migliaia di fotografie sono lì per essere studiate. Buono studio quindi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>