Siena Photo Awards 2018, Battle Victim è la foto vincitrice

di Fabiana Commenta

Si chiama Battle victim, vittima di battaglia, la foto vincitrice dell’edizione 2018 del Siena International Photo Awards (SIPA): selezionato fra 48.000 partecipanti, lo scatto del documentarista K M Asad, fotografo bengalese, ha colto nelle lacrime di una bimba Rohingya, una giovanissima rifugiata, il dolore e il trauma dell’esodo.

Il drammatico scatto è stato realizzato nel campo profughi di Thankhali in Teknaf, Cox’s Bazar mentre la bambina osserva l’arrivo di altri profughi dal Myanmar in Bangladesh.

Se Asad è riuscito a conquistare il titolo di miglior fotografo del 2018, non sono mancati i primi classificati nelle altre dodici categorie in concorso. 

Persone: lo scatto primo piano di un bambino della tribù Suri in Etiopia di David Nam Lip Lee è il migliore della categoria. 

Sport in azione: l’astista al suo ultimo salto colto da Ajuriaguerra Saiz Pedro Luis vince la categoria. 

Viaggi e Avventure: lo scatto di Zac Lowry coglie il dramma di un uomo che attraversa il checkpoint nella parte occidentale di Mosul, con in braccio il figlio ferito.

Bellezza della Natura: migliore scatto quello del cileno Francisco Negroni che ha catturato i lampi di luce che lacerano il cielo con lo spettacolo della lava incandescente.

Animali: bellissimo lo scatto di Amos Nachoum che ha colto l’immagine di una foca leopardo mentre sta per divorare un pinguino. 

Schizzi di colore: bellissima la foto della tedesca Sina Falker che cattura l’immagine all’alba con le imbarcazioni pronte per il mercato galleggiante di Lok Baintan in Indonesia.

Monochrome: l’olandese Marcel van Balken regala il migliore stato della categoria esaltano la bellezza dell’architettura moderna della stazione centrale Arnhem in Olanda.

Architettura & Spazi Urbani: bellissime le dacie di di Arkhangelsk, fotografate dopo la neve catturate dallo sguardo di Fyodor Savintsev. 

General Color: il tedesco Klaus Lenzen regala la migliore foto della categoria con lo scatto catturato in una gara di triathlon nel Media Harbour di Dusseldorf.

Story-telling: primo posto nella categoria per l’inglese David Chancellor che ha mostrato come in Africa la caccia ai trofei animali è diventato uno sport per ricchi cogliendo la mercificazione della natura sfruttata dall’uomo. 

Under 20: il migliore è il cinese Yinzhi Pan che ha catturato un giovane pescatore in Myanmar.

Best Author 2018: è Tariq Zaidi, fotografo freelance per i suoi reportage sul Congo, Corea del Nord, Brasile e Sudan. 

photo credits | instagram

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>