Calendario Campari 2013 contro la superstizione

di Francesca Spanò Commenta

Di lei si torna a parlare soprattutto per due motivi, legati al Calendario Campari 2013. Da un lato è splendida con i vestiti di un rosso acceso, dall’altro per lo storico lunario era il momento di pensare ad un personaggio molto amato che fosse considerato quasi un portafortuna. Di questi tempi la buona sorte è fondamentale e va ricercata pure nelle piccole cose e se si pensa all’anno nuovo soldi, salute e amore sarebbero davvero il sogno di tutti. Lo stesso che questa dea vestita con il colore del peccato, tenta di portare. Si tratta di uno di quei calendari artistici in cui viene fuori tutta la usa sensualità ma senza scadere nel volgare. Penelope Cruz, di recente è venuta in Italia per l’uscita del film di Sergio Castellitto “Venuto al mondo”. Ora anche per sfatare le credenze sui Maya eccola posare per i dodici mesi del 2013 e con la superstizione, in qualche modo, gioca con la paura delle persone. Da cornice alle immagini infatti ci sono specchi rotti e gatti neri. Lei, invece, è in splendidi abiti rossi. Sarà distribuito su scala internazionale e solo in edizione limitata, raggiungerà le 9.999 copie. Stavolta il Kristian Schuller e la Cruz arriva dopo Salma Hayek, Eva Mendes, Jessica Alba e Milla Jovovich. Soddisfatto il fotografo che ha detto: “Il Calendario Campari è sinonimo di stile straordinario e avanguardia creativa, e l’essere riuscito a trasformare questi stereotipi generici in immagini magiche, di grande impatto, è stata per me una grande soddisfazione”, ha detto il fotografo. “Quest’anno, il nostro intento era quello di spingerci oltre i limiti della creatività e comunicare il carisma e l’alone di mistero che circondano ognuna delle 12 superstizioni, obiettivo che penso sia stato centrato. Lavorare con Penelope è stato fantastico, ha incarnato perfettamente il tema del calendario, interpretandolo con una sicurezza e passione tali da permetterle di essere la protagonista indiscussa di ogni scatto.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>