Imagine a new world, il contest sull’immaginazione

di Lorenzo Commenta

Sono stati resi noti i nomi dei trenta fotografi che sono stati selezionati per la fase finale del concorso Imagine a new world indetto dalla Commissione Europea. A tenere alta la bandiera dell’Italia un solo nome, quello di Salvatore Marrazzo: con la foto ‘Writing and reading’, partecipa alle votazioni online.

Un contest che chiamava a riflettere sul ruolo dell’immaginazione, intesa come facoltà attraverso cui entriamo in relazione col mondo. Tutto ciò che vediamo e sentiamo, tutto ciò che tocchiamo e mangiamo raggiungono la nostra immaginazione dando vita ad immagini di riferimento e creando una sorta di esperienza pregressa del mondo all’interno di noi stessi.
Con queste premesse è stato lanciato nei mesi scorsi Imagine a new world – photo competition, col quale la Commissione Europea invitava i fotografi (indipendentemente dall’età e dai riconoscimenti pregressi) a comunicare la loro visione del mondo. Nell’Anno europeo della Creatività e dell’ Innovazione questo concorsovuole sottolineare la centralità della creatività nella vita e la sua importanza all’interno dei processi economici e sociali.

La Giuria presieduta da Chris Wainwright, che insegna Fotografia all’European League of Institutes of the Arts (ELIA), ha cercato di selezionare quegli scatti che potessere dare rappresentazione del rapporto tra tradizione e innovazione nelle dinamiche creative.

Anche l’immaginazione è una facoltà sottoposta al controllo dei media e della società dei consumi, ma a livello individuale ognuno ha un grosso margine di libertà che gli consente  di dare significato alle sue esperienze.

È possibile votare la foto di Salvatore Marrazzo Writing and reading fino al 31 ottobre a questo indirizzo. Ci si registra velocemente e dopo si può facilmente lasciare il proprio voto.

Marrazzo è nato a Mercato S. Severino (Salerno) dove vive e lavora. La sua ricerca si muove abbastanza liberamente attraverso vari ambiti espressivi: dalla pittura alla critica d’arte, dalla filosofia alla letteratura fino ad arrivare alla fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>