Rosalba Forciniti, servizio fotografico su Chi

di Redazione Commenta

 

Lei è frizzante e carica di grinta e con la sua determinazione, diventa sempre più famosa. Parliamo di Rosalba Forciniti, che per chi non la conoscesse ancora, è la  campionessa di judo ai Giochi Olimpici 2012, con un carattere da vendere.Non è cattiva, ma certo non si fa mettere i piedi in testa e, nel frattempo, si concede anche qualche bella foto. Il servizio fotografico d’eccezione è quello per Chi. Lei, bionda e dalla bellezza mozzafiato, non si mostra particolarmente timida e racconta il motivo per il quale si è fatta tatuare sulla schiena la schiena “Le brave ragazze vanno in paradiso, le cattive vanno a Londra“. Spiega quindi senza giochi di parole che le provocazioni che lascia, non intendono mostrare aggressività ma sono un modo anche per allentare la tensione e, per tal motivo, precisa: “Sono cattiva in senso buono. Mi sono fatta tatuare la scritta, che ho mostrato a Londra quando ho vinto la medaglia. Ma se avrò dei figli giocheranno a golf, di guerriera in casa ne basta una”. L’atleta calabrese ha solo ventisei anni e nelle immagini mostra tutto il suo fascino, lo stesso che ha conquistato il suo fidanzato. Di lui rivela solo il nome, Andrea e commenta: “Non è uno sportivo, fa altro e non dico di più”. Nonostante abbia una vita particolare, di fronte ai sogni non è diversa dalle altre donne. Vorrebbe una famiglia e nemmeno troppo tardi: “E’ il mio sogno, voglio realizzarmi anche come madre”. Quanto al judo, infine, precisa: “Non l’ho mai usato per difendermi da un’aggressione, ma saprei come fare”. Difficile dire a livello sportivo quali altre sorprese ci riserverà questa atleta. Di sicuro, però,  non è una sportiva qualunque e, in più, è una bella ragazza che nelle foto appare in tutta la sua giovanile avvenenza, proprio quella che qualunque giovane donna nemmeno trentenne ha il diritto di mostrare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>