Audrey Hepburn: a Roma la mostra fotografica

di Francesca Spanò Commenta

 

Audrey Hepburn un mito indimenticato e immortale che la Capitale vuole ricordare con una mostra. Roma, infatti, presenta una serie di scatti imperdibili all’Ara Pacis e l’inaugurazione avverrà tra poche settimane. Del resto nello stesso spazio museale un paio di anni fa, fu celebrato sempre con tanto fervore un altro grande del mondo dello spettacolo ed, in particolare della musica: Fabrizio De Andrè. Una installazione questa che sarà visitabile dal prossimo 25 ottobre e fino al 25 dicembre, il giorno di Natale per raccontare di lei partendo dalla vita quotidiana e dal suo vero essere.

Audrey è ritratta quindi insieme alla famiglia e ai figli, in particolare uno di essi, Luca Dotti, secondogenito avuto dall’attrice da un neuropsichiatra romano, è tra i curatori della mostra. Lo stesso ha confermato con grande entusiasmo: “È un omaggio alla Capitale che mia madre ha amato tanto. Ma il suo sottotitolo, Esterno – Giorno, è emblematico e vuole sottintendere proprio un aspetto vero della personalità mia madre, che non è quello in cui il pubblico la identifica, ovvero il personaggio sofisticato del film che l’ha resa un’icona di stile, in abito da sera nero, il bocchino, le perle e lo chignon. La vera Audrey è un’altra e io la voglio mostrare al pubblico, con le foto scattate all’improvviso a Roma, dietro ai back stage. Sono 300 scatti. Inoltre, saranno esposti gli abiti che mia madre amava indossare fuori scena, i cappotti, i tailleur, otto capsule con tre quattro mise ciascuna”.

 

Un evento da non perdere come conferma il figlio: ” Non dimentichiamo la Holly di Colazione da Tiffany, un personaggio che l’aveva divertita e che interpretò con gioia. Abbiamo voluto puntare sulla Audrey intima, famigliare. Tanto che sarà proiettato anche un film che raccoglie tutti i superotto dove si vedono le immagini del matrimonio di mia madre con papà. La mia nascita, i compleanni. Mia madre è stata una donna reale che nessuno conosce e io voglio svelare.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>