Precisi e veloci con Adobe Photoshop Lightroom 3

di Lorenzo Commenta

Adobe Photoshop Lightroom 3 esce con una beta pubblica che ha apportato nuove funzionalità e  diversi miglioramenti. Adobe Photoshop Lightroom è un assistente virtuale per la camera oscura digitale. Un prodotto efficiente progettato per fotografi professionisti come per dilettanti.

Grazie a questo software, disponibile su piattaforme Macintosh e Windows, potrete organizzare, migliorare, e creare delle presentazioni delle vostre immagini, importandole in maniera veloce e intuitiva su Lightroom.

La funzione di gestione della collezione di fotografie consente di creare una propria libreria visuale personalizzabile, veloce e semplice da consultare. Con Lightroom c’è la possibilità di creare dei layout di stampa customizzati, degli slideshow potenti e poi c’è tutta una galleria di strumenti web per la creazione di pagine dinamiche, già interfacciata con i maggiori siti web di condivisione di fotografie.

Il concetto su cui si basa Lightroom è semplice: l’amore per l’arte e la passione ‘artigianale’ per la fotografia.  Lightroom consente di mantenere ordinato il proprio archivio digitale, selezionando le immagini migliori secondo un meccanismo semplice e intuitivo.

Lightroom 3 si trova proprio nella fase finale della sua sperimentazione. Dalla Adobe stanno infatti offrendo in download gratuito la versione beta del programma per ricevere i feedback necessari a migliorare la piattaforma.

L’attuale beta pubblica di Lightroom è scaricabile (previa registrazione) a questo indirizzo e scadrà il 30 aprile 2010. Non si tratta di un programma completo e diverse funzioni che sono state programmate in realtà non ci sono.

Chi ha avuto esperienza delle precedenti versioni di Lightroom, noterà dei grossi cambiamenti.  In fase di importazione è completamente riprogettato, con due tipi di interfacce, Compact Vista e visualizzazione estesa, in cui la finestra di dialogo si espande per riempire l’intero schermo.

La schermata è divisa in tre, sulla sinistra ci sono i volumi disponibili per l’importazione, al centro, le immagini in anteprima della sorgente selezionata e sulla destra  i controlli e le opzioni che riguardano importazione, gestione dei file, file renaming, con la possibilità di aggiungere e sviluppare impostazioni predefinite di metadati e parole chiave da affidare alle immagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>