Cosa scegliere: digitale o analogico?

di Plino.Magliaro Commenta

macchina fotografica

Sin dalla sua nascita, la macchina fotografica digitale sembra essere in competizione con quella tradizionale. Chiunque si avvicini al mondo della fotografia si trova subito di fronte al dilemma di cosa scegliere per immortalare i propri momenti. Le differenze sono tantissime e i tecnicismi vari abbondano in materia, ma per un’indicativa scelta sono poche le differenza da considerare bene.

Le differenze principali si trovano nel supporto su cui verranno immagazzinati gli scatti che effettueremo. Mentre la macchina fotografica tradizionale usa i classici rullini, chi utilizzerà la macchina digitale si troverà alle prese con schede di memoria.

Si dovrà decidere se trovarsi a contatto con cm di pellicola con conseguenti costi per lo sviluppo oppure micro card da inserire in lettori digitali ed avere la possibilità di stampare anche comodamente da casa.

Aspetto che fa pendere l’ago della bilancia dalla parte del digitale è sicuramente il numero di scatti che possiamo effettuare con questo tipo di apparecchiatura. Grazie anche agli schermi LCD delle più disparate dimensioni, possiamo subito accertarci dei risultati ottenuti e cancellare gli scatti che non ci soddisfano.

Un’altra importante differenza può essere quella che riguarda la manipolazione delle foto. Con le macchine di nuove generazione, grazie ai cavetti USB, in brevissimi istanti lo scatto sarà pronto per essere modificato a proprio piacimento. Prima di utilizzare le foto su pellicola invece non potrà mancare la visita allo studio fotografico per sviluppare le foto e l’utilizzo di uno scanner per digitalizzare la foto.

Il ruolo della macchina fotografica analogica è secondo i “puristi” della fotografia da prendere in considerazione quando si parla di speciali effetti. Le pellicole, infatti, danno il loro massimo risultato quando sono sfruttate per effetti come il bianco e nero o gli infrarossi.

Dove sembra essere ancora in leggero vantaggio la tradizionale pellicola è nel campo della qualità della foto. Anche se le più innovative e costose apparecchiature digitali sembrano competere alla grande, la macchina analogica e l’utilizzo di pellicole appropriate è ancora preferita dai professionisti per immortalare particolari scorci e ricavarne foto d’autore o poster artistici.

Anche se il futuro sembra tutto al digitale i professionisti della fotografia tendono ancora a preferire la macchina tradizionale e le sue diverse tipologie di pellicole. Il fattore da tenere maggiormente in considerazione rimane comunque e sicuramente quello delle proprie esigenze per giungere alla miglior scelta finale. Secondo questo concetto e valutando i fattori generali indicati prima sia l’amatore che il professionista sceglieranno il prodotto che più si addice alle proprie capacità ed esigenze senza nessuna difficoltà risolvendo a proprio favore l’eterno enigma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>