Nikon Coolpix P7700: precisione e manegevolezza

di Valentina Cervelli Commenta

Parlare della serie Coolpix della Nikon significa dare spazio a fotocamere digitali essenzialmente adatte ad essere utilizzate con agilità da professionisti e neofiti. E’ la stessa macchina grazie alla sua alta tecnologia a rendere possibile questo. Vediamo insieme il modello Coolpix P7700.

Senza dubbio lo zoom 7,1x NIKKOR con rapida apertura di f/2.0-4.0 dà modo di poter creare foto vivide e particolareggiate anche in caso di scarsa illuminazione e consente al fotografo di dar evita a numerose tipologie di effetti capaci di mettere in evidenza i soggetti ripresi. Non dobbiamo poi dimenticare, a livello tecnico, il sensore CMOS da 1/1,7 pollici e 12 MP retroilluminato ed ad alta sensibilità. Il monitor della Coolpix P7700 è ad angolazione variabile e rende possibile davvero scattare ogni tipo di foto a prescindere dalla sua posizione. Il rivestimento antiriflesso fa di questo piccolo schermo da 3” uno dei punti fermi di questa fotocamera digitale in quanto a qualità: non dobbiamo dimenticare che le stime del suo utilizzo parlando del 100& di riproduzione del colore RGB con un alto rapporto di contrasto.

Questa fotocamera della Coolpix, un vero gioiellino rende possibile e priva di problemi la registrazione di filmati in Full HD con audio stereo (grazie al microfono esterno, N.d.R.), dando modo, attraverso l’opzione “filmato personalizzato” di regolare le impostazioni ISO e del diaframma. Come molti altri modelli Nikon, la Coolpix P7700 può contare su un sistema di riduzione delle vibrazioni in tempo reale, sistemando automaticamente eccessivi movimenti dell’apparecchio che unita all’alta sensibilità ISO dello stesso ( da 84 a 6400, N.d.R.) consente di evitare il più possibile fotografie mosse o poco chiara.

Ultimo fattore interessante di questa fotocamera digitale che non possiamo rinunciare a raccontarvi sono i suoi accessori: le unità flash Speedlight, il telecomando ML-L3 per scatti a distanza, i filtri da 40,5 mm, il cavo di scatto MC-DC2 e l’unità GPS GP-1 completano un quadro dal quale non si può non rimanere affascinati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>