5 bellissime foto che mostrano la parte nascosta di Santorini

di Martina Oliva Commenta

Il fotografo greco Petros Koublis nel 2014 ha realizzato un progetto commissionato dal resort di lusso Vedema, che si trova nel villaggio di Megalochori, sull’isola di Santorini, in Grecia. Per chi non ne fosse a conoscenza Santorini è considerata una delle isole più belle del mondo ed è un luogo molto fotografato da turisti e fotografi. Infatti, la bellezza delle sue spiagge, dei tramonti e delle case bianche con le porte e le finestre blu in netto contrasto con la terra vulcanica scura dell’isola incantano tutti.

Nelle intenzioni del fotografo vi era però quella di mostrare il lato meno noto al turismo di massa aggirando il classico cliché delle foto da cartolina. Proprio per questo per la sua serie fotografica Petros Koublis ha cercato di catturare la parte meridionale dell’isola, ben diversa dalla frenetica e turistica parte occidentale. Tutte le foto parte della serie sono visibili sul sito Web ufficiale del fotografo. Di tutti gli scatti fatti da Petros Kounlis noi abbiamo deciso di mostrarvene alcuni di seguito.

Un primo bellissimo scatto di una Santorini poco conosciuta. A fare da protagonista nella foto è un gabbiano in procinto di spiccare il volo.

Foto di Santorini

Un’altra meravigliosa foto di Santorini. Nello scatto una scogliera e un onda.

Foto di Santorini

In questa foto il fotografo ha immortalato un asino. A fare cornice il bellissimo paesaggio di Santorini.

Foto di Santorini

Un’altra spettacolare foto dell’isola. Molto probabilmente è stata scattata nella zona della Spiaggia rossa.

Foto di Santorini

Un ultimo scatto del fotografo. In questa foto sono stati immortalati i tipici edifici di colore bianco presenti sull’isola.

Foto di Santorini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>