11 settembre, la Abc pubblica foto inedite della tragedia

di Redazione Commenta

Sono trascorsi nove anni dall’attacco alle Torri gemelle, da quel tragico giorno che ha cambiato la storia e che ha sconvolto il mondo intero e, come una ferita ancora aperta, arrivano  nuove foto a documentare l’evento. La Abc, infatti, ha reso pubbliche una lunga serie di fotografie legate al momento dell’impatto degli aerei, che fino ad oggi erano state custodite gelosamente all’interno degli archivi segreti delle sedi investigative. Scatti che raccontano perfettamente la drammaticità della scena con le Twin Towers che crollano, il fumo che invade l’aria tutto intorno e la rende irrespirabile, il fumo, le grida e i crolli che inesorabilmente coinvolgono due giganti che sembravano indistruttibili.

Quel giorno New York ha tristemente contato 2800 morti, comprese le vittime dei voli di linea dirottati dai terroristi di al Qaida. Vite innocenti spezzate nel peggiore dei modi e oggi arriva questa nuova commemorazione con delle immagini silenziose, eppure in grado di gridare e provocare uno squarcio nell’animo di chi le osserva. La Abc ha deciso di pubblicare gli scatti, dopo una richiesta al National Institute of Standards and Technology facendo riferimento al Freedom of Information act. Quest’ultima è una legge sulla libertà di informazione che impone alle Amministrazioni Pubbliche la massima trasparenza e l’accesso a documenti non più secretati. La richiesta è stata fatta nel 2009 e solo adesso è stato possibile procedere alla pubblicazione.

Una buona parte delle foto sono state scattate dagli elicotteri del New York Police Department, cosicchè si vede il disastro dall’alto con una ricchezza di particolari difficilmente comprensibile da chi si trovava invece sul livello della strada. Nulla di nuovo quindi si viene ad aggiungere rispetto a quanto detto negli ultimi dieci anni sull’argomento, certamente però da questa nuova angolatura è ancora più chiaro quello che accadde alle due costruzioni simbolo dell’America ed è facile immaginare il senso di impotenza provato dai piloti degli elicotteri che nulla hanno potuto fare, se non documentare la catastrofe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>