Una foto consacra la figlia di Simon Le Bon

di Redazione Commenta

Amber Le Bon è la figlia del leader dei Duran Duran Simon, modella ventenne che segue le orme della madre nel campo delle sfilate. Dopo aver calcato passerelle di tutto rispetto, la sua carriera arriva, finalmente, alla consacrazione con il suo primo scatto da copertina che le permette di ritagliarsi un posto d’onore nel settore. Apparire in prima pagina su un giornale come Tatler, infatti, significa essere considerati degli astri nascenti, nel suo caso come top model, da tenere d’occhio e, quindi, da proporre in quella che è la vetrina del magazine, ovvero la cover.

Tatler, del resto, ha una doppia importanza per Amber e rappresenta un ulteriore successo, visto che si tratta della stessa rivista nella quale, nel corso degli anni Ottanta, apparve più volte Yasmin sua madre e moglie di Simon. Un successo e una bellezza che si ripetono in famiglia quindi, dopo le passerelle di Moschino e River Island che hanno fatto conoscere la figlia del divo di due decenni fa, al grande pubblico. Nel frattempo, per non farsi mancare nulla, sta anche promuovendo il marchio di lingerie Myla.

E’ stato il Daily Telegraph ad annunciare la sua presenza sul numero di marzo del magazine, proprio nel periodo in cui il gruppo musicale del padre, indimenticabile e indimenticato dai milioni di fans, dovrebbe tornare a calcare le scene con un nuovo album che pare sia in preparazione. Con loro in studio di registrazione a breve, dovrebbe esserci il famoso produttore musicale Mark Ronson. La giovane Amber, talentuosa come i genitori, possiede già un diploma in musica, fotografia e storia dell’arte e su Tatler compare con un abito floreale appoggiata ad un divano. Per lei hanno preparato degli abiti stilisti del calibro di Prada, Moschino, Christian Dior, Miss Le Bon e Louis Vuitton. Una carriera in ascesa grazie al suo fascino e all’immancabile talento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>