Pentax 645D Japan: fotocamera solo per pochi eletti

di Francesca Spanò Commenta

E’ sempre un annuncio atteso dai consumatori quello dell’arrivo di una nuova fotocamera sul mercato e quando questa è prodotta in versione limitata, quindi solo per pochi la curiosità si scatena ancora di più. E’ il caso di Pentax che ha confermato la prossima uscita della 645D Japan, dedicata principalmente ai collezionisti e in generale agli amanti della fotografia che da tempo si avvicinano a tale splendida arte. Chiunque guarda con interesse alle fotocamere digitali di nuova tecnologia non potrà non rimanere affascinato da tale nuovo prodotto e magari fare in modo di acquistarlo.

Avrete notato che alla fine del modello viene riportata anche la parola Japan nome-sigla assegnatole dalla azienda costruttrice e non è un caso. Si tratta infatti di un modo in più per onorare il fatto che è stata considerata “fotocamera dell’anno di camera GP Japan 2011”.Il colore della macchina fotografica sa farsi notare ed è rosso amaranto e vanta caratteristiche molto interessanti. Andiamo a scoprirle insieme:

 

Il corpo macchina garantisce una laccatura lucente innanzitutto, ottenuta con un processo manuale molto particolare. Questo perchè i fotografi più esigenti che prestano attenzione pure alla cura dei dettagli e al design possano essere certi di avere comprato un dispositivo che è praticamente un gioiellino sotto tutti i punti di vista, a livello estetico e come peculiarità interne.Il logo Pentax, invece, resta sulla parte frontale mentre le impostazioni sono state rifinite in dettagli dorati.Insomma moda e funzionalità insieme in una sola fotocamera. Ogni pezzo presenta un contraddistinto numero di serie,  per cui diventa praticamente unica. Lo schermo LCD garantisce la retro illuminazione in luce bianca e non più verde come nella versione precedente. E’ presente, infine, la messa a fuoco DS-80 e si calcola che presto saranno in moltissimi a volere almeno un pezzo di questo dispositivo altamente avanzato, gli esperti del settore ma anche i fotografi in erba che stanno per imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>