Come guadagnare con le proprie foto

di Valentina Cervelli Commenta

Come guadagnare con le proprie foto? La risposta è semplice: attraverso i siti di microstock. Grazie alla fotografia digitale ed alla sempre crescente offerta di possibilità attraverso dispositivi di ogni genere, chiunque possegga un minimo di passione e la strumentazione per fare delle foto belle ed interessanti può vendere le proprie creazioni.

Ovviamente un minimo di conoscenza della fotografia e delle sue regole è necessaria, ma non è da escludere che possa risultare altrettanto vendibile una foto scattata con gli smartphone di nuova generazione, dotati di sensori molto sensibili e dalla risoluzione molto ampia. Ed il canale per vendere le proprie creazioni sono proprio i siti di microstock, ai quali anche uno strumento gratuito come Flickr ha poi ceduto, dando modo ai suoi utenti di vendere le proprie foto riservandone i diritti. iStockphotos, Thinkstock : potremmo continuare per ore con questo elenco. Quel che rimane incontrovertibile è che se hai talento e la capacità di fotografare qualcosa di interessante dal punto di vista “commerciale”, hai la possibilità di diventare un contributor.

Il primo passaggio è ovviamene quello della registrazione al sito. Il secondo è una sorta di questionario (in molti casi, N.d.R.) nel quale si invita l’aspirante a imparare il regolamento, a comprendere appieno ciò che concerne il diritto d’autore ed il diritto di sfruttamento delle immagini (liberatoria da parte delle persone riconoscibili nelle foto, N.d.R.) e a presentare qualche foto di prova per verificarne la qualità. Se il personale “fisico” del microstock approverà, ecco che il nuovo contributor (salvo un periodo ulteriore di verifica di qualità delle immagini) potrà mettere in linea i propri scatti, i quali verranno pagati in base a specifiche concordate in base al formato, grandezza e soggetto.

Questa è un”ottima opportunità per guadagnare con le proprie foto, alla quale chiunque intenda entrare in questo mercato deve pensare, senza porsi troppi problemi. Si tratta di un modo come un’altro per farsi spazio come professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>