Enrico Mentana: foto e intervista su Vanity Fair

di Francesca Spanò Commenta

Oggi è il direttore del Tg La7, ma Enrico Mentana ne ha fatta di strada nella sua carriera giornalistica, acquisendo una formazione ed una esperienza che in Italia è riservata ancora a pochi. Carico di tantissimo lavoro, adesso si è concesso anche una intervista e a Vanity Fair si racconta mentre si lascia immortalare per un servizio fotografico tutto dedicato ad un personaggio molto noto e autorevole nel nostro Paese.

Al giornale, tra uno scatto e l’altro, dice di quando lasciò il Tg5 e conferma che non tornerebbe. Ne approfitta pure per ricordare l’incontro con Berlusconi il quale gli disse: “Preferirei che tornasse a Mediaset. Non ho avuto nulla a che fare con il suo allontanamento e credo sarebbe giusto chiudere quella ferita. La chiamerà mia figlio”. Peccato che da quell’appuntamento non ne uscì nulla di buono. “Mi offrì tutto quello che c’era da offrire. Cosa non importa”, ma questo non cambiò le cose.

La sua bravura comunque non è rimasta a lungo nascosta ed, infatti, ha quasi quadruplicato gli ascolti del La7. Anche su questo interviene:”Significa che ci sono più pubblici. C’è ancora chi segue Avetrana, ma c’è una fetta, neanche marginale, che vuole altro. Chi mi ferma per strada dice sempre la stessa frase: ‘Grazie, perché mi ha restituito il gusto di vedere un vero telegiornale‘. C’era spazio per rifare un Tg come era vent’anni fa, prima che a cambiarlo arrivasse un vento a cui io, con la nascita del Tg5, ho fortemente contribuito”. Ribadisce, infine, che qui il suo stipendio potrebbe essre nettamente inferiore a prima: “Forse un quarto di quello del Tg5. Ma più che i soldi fanno le idee. Quando stai fermo a lungo e ti arriva un’opportunità come questa, lavori anche gratis. Dall’editore, Telecom, ho accettato uno stipendio che è alto, per carità – 320 mila euro lordi -, ma che è un quinto di quello che prendevo a Mediaset dopo tanti anni di lavoro. Però ho chiesto a La7 un premio di risultato per ogni punto di share di crescita. Quindi probabilmente guadagnerò parecchio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>