Fotografare città e monumenti

di Francesca Spanò Commenta

Quando si è prossimi ad una partenza, di solito ci si documenta sul luogo da visitare per conoscerne meglio le caratteristiche. E’ molto importante sapere in anticipo quali sono le difficoltà a livello di temperatura, territorio e leggi interne che si potranno incontrare, ancora di più se si vogliono realizzare delle foto semi-professionali. I fotoreporter, infatti, sanno bene che non si può arrivare in un posto senza essere pronti a qualunque evenienza e, per tal motivo, trascorrono i mesi precedenti a studiare bene la loro meta.

Giunti a destinazione, può essere interessante osservare cartoline e libri sulla città, in modo da individuare i luoghi caratteristici e notare in che modo sono stati ripresi. Fotografare però soltanto i soggetti classici, come i monumenti simbolo, può essere un limite, in quanto anche se l’immagine sarà perfetta apparirà agli occhi di tutti piuttosto scontata. La soluzione allora è quella di dare una interpretazione personale al monumento, realizzando tanti scatti da angolature particolari, che diano carattere e un senso di novità a qualunque oggetto. Ognuno di essi, infatti, possiede peculiarità e punti di ripresa differenti, sfruttando anche l’effetto della luce e come illumina nelle varie ore del giorno il paesaggio circostante.

Estremamente interessanti, poi, sono i soggetti insoliti come stradine, viottoli di campagna o gli sguardi della gente, che completeranno il bagaglio fotografico e di esperienza che ci si porterà dietro al ritorno a casa; quindi, andare alla scoperta del Paese, alla ricerca di colori e dettagli, è sicuramente una soluzione ottima. Souvenir particolari, tappeti, cultura e tradizioni degli abitanti di uno Stato totalmente differente dal nostro, saranno le mosse vincenti per realizzare delle fotografie d’autore. A questo proposito, è consigliabile andare alla ricerca dei mercatini di quartiere, dove è possibile cogliere tanti particolari o usanze popolari, altrimenti difficili da individuare, così come delle vetrine dei negozi caratteristiche e delle porte delle abitazioni d’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>