Lavazza: un calendario e una mostra per i vent’anni di successi

di Redazione Commenta

Da venti anni possiamo osservare le immagini dei calendari Lavazza, un continuo successo gradito agli italiani e che, in fondo, sa di famiglia. Ecco perchè è il momento di celebrare tale alto indice di gradimento con una mostra alla Triennale di Milano che si intitola  ‘Lavazza con te partiro’‘. Tra gli scatti visibili, anche quelli che fanno parte dell’annuario 2012.

L’installazione sarà aperta fino al prossimo 9 novembre per rendere omaggio dopo venti stagioni ai fotografi che hanno contribuito con la pubblicità a rendere noto il marchio. Il caffé Lavazza ha una lunga storia che parte dal 1993, quando apparve la prima edizione in bianco e nero, firmata da Helmut Newton. Già quel momento, come adesso, dietro c’era l’agenzia Armando Testa, partner di un rapporto creativo che è lungo mezzo secolo e ha dato vita a moltissime campagne come i personaggi di Caballero Carmencita.

All’inaugurazione della mostra ha seguito una serata di gala a cui hanno preso parte oltre 500 persone, oltre agli stessi membri della Lavazza. Tra i volti noti non sono mancati: Giorgio FalettiGiorgio Forattini o Alessandro Del Piero e anche alcuni fotografi del 20esimo calendario come Eugenio Recuenco, Elliott Erwitt, Erwin Olaf, Mark Seliger, Finlay Mackay, Marino Parisotto, Thierry Le Gouès. L’esposizione attraversa 4 lustri con un virtuale percorso narrativo e onirico, scandito dalle parole di Vincenzo Cerami e dalle immagini di Milo Manara, che é stato realizzato dal designer Fabio Novembre. Il tutto fa capo al sogno di Valerie, una bellissima fanciulla che compie 20 anni nel 2012, proprio come il calendario, e che ha le fattezze di Valerie Van Der Graaf. Quest’ultima è la modella che è in copertina nel nuovo calendario. L’allestimento è tridimensionale e unisce le  immagini con il project mapping, e prosegue poi nell’esposizione vera e propria con gli scatti del calendario 2012.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>