Cosa sono i videowall e perché se ne sente parlare sempre più spesso?

di Redazione Commenta

Mai sentito parlare di videowall? Si tratta di una tecnologia largamente impiegata e che trova impiego in tantissime destinazioni d’uso come grandi eventi, convegni, teatro, pubblicità e molto altro ancora. Per i videowall prezzi e valore di mercato sono stabiliti principalmente dalla grandezza e dalla nitidezza espressa in valori che riguardano numero di pixel e altre variabili tecniche che ti spiegheremo in questo articolo.

Cosa sono e come funzionano i videowall?

Ma cosa sono i video wall e perché se ne sente parlare sempre più spesso? Si tratta di maxischermi composti da moduli in numero variabile e di vario genere come pannelli retroproiettati, schermi a cristalli liquidi, schermi al plasma o monitor a tecnologia CRT. Tramite un’apposita centralina sorgente è possibile programmare la riproduzione di una sola porzione dell’immagine completa, in modo tale che gli schermi che compongono tutto il wall proiettino un’unica intera immagine, proprio come lavorano le tessere di un mosaico.

Versatili, nitidi e utili soprattutto nei grandi eventi

La versatilità del video wall risiede nel fatto che può essere installato in verticale, in orizzontale o in forma circolare e che consente, alle mani più esperte, di produrre interessanti giochi di luci e colore per proiettare non solo informazioni ma anche emozioni e messaggi spettacolari. In passato il maggior problema di questa tecnologia risiedeva nell’aspetto estetico finale, rovinato dalle cornici degli schermi che interrompeva l’immagine proiettata da una scacchiera nera ed invadente. Oggi le cornici sono ridotte al minimo, per cui questo problema è stato ampiamente superato. Per i videowall prezzi e valore variano al variare della tipologia di schermi impiegati, al loro numero e quindi al formato di grandezza e nitidezza.

Differenze da conoscere: ledwall e videowall non sono la stessa cosa

Spesso i videowall sono confusi con i led screen. Volgarmente si riferiscono allo stesso concetto tecnologico ma una differenza, seppur sostanziale c’è. Difatti il video wall è un monitor composto da più display che vanno a definire un unico grande schermo. Se da un lato questa tecnologia offre un ottimo livello di personalizzazione, dall’altro i dispositivi più vecchi con cornici spesse mostrano un evidente difetto estetico che con il tempo è stato superato da schermi più sofisticati.

Led screen e vantaggi della tecnologia LED

I led screen, invece, sono dispositivi a pannelli singoli connessi tra loro che, a differenza dei video wall possono mostrare immagini singole o multiple. Sono la soluzione migliore per trasmettere contemporaneamente immagini diverse. Sfruttando la tecnologia led, inoltre, sono facili da trasportare perché sono leggerissimi oltre ad essere efficienti e visibili anche con condizioni di luce non favorevoli, come quando c’è il sole. Il LED, infatti, funziona tramite un diodo che al minimo passaggio di corrente si illumina all’istante. Questo fa sì che l’illuminazione sia potente e duratura nel tempo, almeno il triplo delle illuminazioni tradizionali. Inoltre pur riscaldandosi i LED non hanno problemi di surriscaldamento e quindi possono essere montati su supporti in plastica o legno senza correre alcun rischio. Per questo sono una delle tecnologie più in voga del momento, utilizzate sia per scopi domestici che pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>