Standstill!? – Gli scatti di Francesco Cicconardi in mostra a Roma

di Lorenzo Commenta

Una mostra molto particolare ci riporta nella Parigi degli anni ’80, dove nasceva la tecnica della stencil art. Si tratta di Standstill!?, che presenta il reportage fotografico di Francesco Cicconardi e  aprirà i battenti a Roma nelle giornate del 28 e del 29 novembre 2009.

La location è lo spazio Stone66 di via di Pietralata, 166, l’apertura prevista per sabato 28 novembre alle 17. Le immagini di Cicconardi saranno accompagnate dall’allestimento musicale del sound designer Federico Parri.

Nata in ambienti militari, la tecnica dello stencil era diventata di uso comune nella Londra dei secondi anni ’70, la Londra dei movimenti punk e dell’anarchia, per veicolare messaggi di emancipazione politica. La possibilità di ripetere facilmente e velocemente, attraverso l’uso di una mascherina, messaggi, icone e artwork, aveva pian piano portato alla ribalta lo stencil.

Street art e stencil più famosi di Parigi sono ubicati nel quartiere latino e sopravvivono ai segni del tempo e alle intemperie. Per la maggior parte sono ormai riconosciuti e rispettati dalla gente, che li considera parte della storia urbana della cité.

Del resto è proprio grazie alle invenzioni di uno come Blek Le Rat, un pioniere di questa tecnica, che oggi lo stencil è una delle pratiche che si evolvono maggiormente all’interno della street art.

Standstill?! non dà una lettura globale del fenomeno, ma si limita a presentare sedici scatti inediti attraverso cui ripercorrere la storia del movimento stencil. Jef Aérosol, Blek le Rat, Miss.Tic, Jérô e Mesnager, le loro creazioni viste all’interno dell’ambiente architettonico della città.

Le foto di Cicconardi saranno in mostra solo nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 novembre. L’idea è quella di una mostra veloce, che rispetti la velocità di esecuzione di un’azione mordi e fuggi tipica della street art.

L’autore, Francesco Cicconardi è un biologo che “dalle foto naturalistiche è passato al bianco e nero per cogliere la sottile esistenza dei soggetti umani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>