Nuova Canon 550D: una mini-professionale

di Redazione Commenta

Dopo tanti rumors che si susseguivano nelle scorse settimane, è stata finalmente annunciata la nuova Canon 550D. Questa Eos ha un sensore CMOS da 18 Megapixel e una sensibilità ISO che arriva fino a 6400 ed è espandibile fino a 12800 nei casi in cui ci sia poca luce e sia sconsigliabile l’utilizzo di un flash.

Con queste caratteristiche viene spontaneo pensare ad un utilizzo semi-professionale, perché anche se il corpo macchina non può essere considerato professionale, le caratteristiche della macchina si adattano ad un utilizzo un pochino più intenso di quello delle foto delle vacanze. Con i suoi 18 megapixel infatti è impossibile non paragonarla alla Canon Eos 7D; certo non è possibile paragonare il corpo macchina delle le due fotocamere, ma salta alla luce il fatto che le differenze tra le macchine per i professionisti e quelle per i consumer si stanno assottigliando sempre di più. I confini inziano a non essere più così definiti e questo, diciamolo, è un po’ inquietante per i fotografi professionisti. Ma la tecnologia non si può fermare.

Oltre a produrre immagini di un certo livello, la Eos 550D registra anche video in Full HD a 1080p. E’ anche possibile girare filmati ad alta velocità 50/60 fps a 720P, una modalità molto utile quando le azioni sono rapide. Ideale quindi per lo sport e per le sfilate, per esempio. Il girato può essere visto su una televisione HD compatibile grazie alla connessione HDMI oppure comodamente scaricato sul proprio computer.

Sempre per quanto riguarda la fotografia in movimento è utile dire che in questa fotocamera è possibile scattare una raffica a 3,7fps.

Per rivedere il proprio lavoro si può utilizzare direttamente il display LCD Clear View da 7,7cm (3”) a 1.040.000 punti che offre una visione eccezionale. sulla fotocamera è presente anche la modalità Live View, utile per scattare in posizioni particolari in cui sia difficile inquadrare direttamente dal mirino.

Insomma questa baby-7D è decismente una macchina da tenere d’occhio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>