Sony presenta la nuova reflex: ecco la Alpha A560

di Francesca Spanò Commenta

Sony ha presentato il nuovo modello che fa parte parte della gamma delle sue reflex digitali, la Alpha a560. Accanto a questo gioiellino tecnologico, compare anche la A580 e, questo, a pochissimo tempo di distanza dall’annuncio dell’arrivo della serie del tutto innovativa delle Translucent Mirror Technology. Prestazioni tecniche elevate sono assicurate e faranno presto concorrenza a quelle di brand altrettanto noti e specializzati nel settore da parecchi anni.

La A560, presenta una dotazione tecnica leggermente inferiore rispetto alla A580, ma non manca al suo interno il sensore Exmor APS HD CMOS, in grado di fornire una risoluzione di 14,2 megapixel. Da notare lo stabilizzatore ottico dell’immagine che, agendo sul sensore, riesce a bloccare anche i più piccoli movimenti, magari quelli naturali del corpo umano, nel corso dello scatto. A completare il sensore, ancora, arriva una versione riveduta e corretta del processore dell’immagine Bionz che, tra l’altro, velocizza la macchina fotografica e permette il raggiungimento dei 7 fotogrammi al secondo.

La A560, in pratica, può essere scelta da tutti, esperti e fotografi in erba, grazie alle funzioni avanzate che la rendono totalmente automatica e, ancora, i professionisti potranno utilizzarla manualmente, scegliendo di volta i volta le caratteristiche adatte alla scena. Per quanto riguarda, poi, la messa a fuoco, è previsto un sistema a 15 punti per garantire sempre prestazioni perfette e scatti d’autore. Tra le altre peculiarità, che la rendono un’ottima macchina ci sono: display LCD snodabile da 3,0 pollici con risoluzione di 921.000 pixel, pieno supporto al formato Raw, sensibilità ISO estendibile fino a 12800 e possibilità di registrare video in Full HD a 108p con sonoro stereo. Gli interessati, però, dovranno attendere ancora qualche mese prima di poterla trovare nei negozi specializzati ed, eventualmente, acquistarla, visto che sarà disponibile soltanto dal nuovo anno. Il prezzo al pubblico, dovrebbe essere di 800 euro per il solo corpo macchina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>